Fantasmi ed emissioni elettromagnetiche

Andare in basso

Fantasmi ed emissioni elettromagnetiche

Messaggio Da giallop il Dom Mar 14, 2010 3:02 pm

Un'equipe di ricercatori britannici coordinata dal dottor Jason Braithwaite ricercatore in psicologia cognitiva presso l'Universita di Birmingham ha recentemente condotto un'interessante studio presso il castello di Muncaster (nella contea di Cumbria, estremo Nord-Ovest dell'Inghilterra) denominato MADS – Magnetic Anomaly Detection System.
Il team si era prefissato l'obiettivo di studiare gli effetti che hanno sul cervello umano i campi magnetici che secondo alcuni si possono riscontrare nei luoghi "infestati".
Il castello in questione, infatti, è noto per essere visitato dal fantasma di Tom Skelton, un giullare di corte del XVI secolo colpevole di omicidio, inoltre altre fenomenologie avvertite tra le stanze dai visitatori includono rumori di bambini che urlano e piangono, suono di passi e visioni fugaci, sensazione di presenze ultraterrene.
Il pensiero di Braithwaite è che "Queste strane esperienze sembrano essere parte del normale funzionamento del cervello e nessun modello di funzionamento cerebrale puô considerarsi completo fintantochè non sarà in grado di spiegarle".
Tecnicamente sono stati utilizzati due magnetometri digitali in grado di misurare campi magnetici molto deboli fino a 0,5 nanotesla, con una frequenza di 250 volte al secondo e verso tre direzioni differenti dello spazio.
Braithwaite ha rilevato che nella stanza degli arazzi del castello i campi magnetici possiedono caratteristiche particolari imputabili ad una rete metallica posta al di sotto del materasso del letto:
lo spostamento degli occupanti del letto stesso produrrebbe violente distorsioni del campo magnetico generando con tutta probabilità le "strane sensazioni" riportate dagli ospiti.
Per verificare se davvero fossero i campi magnetici causare le sensazioni avvertite dagli ospiti del castello, Braithwaite ha deciso di riprodurre in una situazione controllata nel suo laboratorio le medesime emissioni.
Con la collaborazione di Chris French, docente di Psicologia dell'insolito all'Universita di Londra, hanno
costruito una stanza in cui veniva emesso un complesso sistema di infrasuoni e di variazioni del campo magnetico alla presenza di soggetti sperimentali.
In questa situazione circa il 90% dei soggetti si è mostrato incline a sperimentare sensazioni inusuali, dal semplice "sentirsi distaccati dal proprio corpo", al vero e proprio terrore.
Sembra infatti che la stimolazione del cervello da parte di un campo magnetico esterno può riaccendere vecchi ricordi dormienti.
Sfortunatamente, tali percezioni sono state riportate sia con il marchingegno acceso che spento.
Come mai?
Ciò sembra dovuto al fatto che soggetti suggestionabili avvisati che potrebbero sperimentare strane
sensazioni, tendono a farlo con molta probabilità.
Un futuro esperimento dovrebbe riprodurre in modo più fedele i complessi campi magnetici di Muncaster,
agguingendo sinistri dipinti e mobili antichi per poi analizzare i risultati.

Fonte: articolo di Hazel Muir apparso su New Scientist del 30.10.2009.
avatar
giallop
VICEPRESIDENTE DEL FORUM
VICEPRESIDENTE DEL FORUM

Maschio Gemelli Tigre
DATA DI ISCRIZIONE : 02.02.09
NUMERO DI MESSAGGI : 1037
ETÀ : 44 LOCALITÀ : Parma
RISPETTO REGOLE : SI
PUNTI : 5564 REPUTAZIONE : 28
MEDAGLIE : Esperto misteri e ufologia Esperto scienza

http://tunguska-siberia.blogspot.com/

Torna in alto Andare in basso

Re: Fantasmi ed emissioni elettromagnetiche

Messaggio Da Reci il Dom Mar 14, 2010 7:22 pm

Cioè quindi è la nostra mente che crea tutto e niente è vero? Non ci credo

Reci
AMMIRAGLIO MODERATORE CAPO
AMMIRAGLIO MODERATORE CAPO

Maschio Toro Serpente
DATA DI ISCRIZIONE : 22.03.08
NUMERO DI MESSAGGI : 249
ETÀ : 29 RISPETTO REGOLE : SI
PUNTI : 4042 REPUTAZIONE : 7

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum